FANDOM


Risen
Risen copertina
Titolo Risen
Sviluppo Piranha Bytes
Pubblicazione Deep Silver
Koch Media
Distribuzione Koch Media
Data di pubblicazione 2 Ottobre 2009
Genere Videogioco di ruolo
Tema Medioevo - Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo
Fascia di età PEGI: 16
ESRB: M
USK: 12
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox 360

Risen è un videogioco di ruolo del 2009 sviluppato da Piranha Bytes, pubblicato da Deep Silver e distribuito da Koch Media.

Vanta un sequel del 2012, Risen 2: Dark Waters.

TramaModifica

Un clandestino si imbarca insieme a una zingara su una nave. Ad un certo punto, però, dalle onde fuoriesce il Titano dell'Acqua, che, dopo un breve scontro con un membro dell'Inquisizione - il quale si ritira mediante teletrasporto magico non appena capisce di non avere possibilità - affonda l'imbarcazione.

Il naufrago si ritrova così sull'isola vulcanica di Faranga, senza memoria, senza armi e con pochi stracci come vestiti. Nel progredire della sua permanenza sull'isola, l'Eroe senza nome dovrà affrontare le insidie del posto, farà conoscenza con le varie fazioni del luogo (Inquisizione e Ribelli della Palude) e liberare l'isola da una minaccia nascosta nell'ombra.

AmbientazioneModifica

Risen si svolge interamente su un'isola tropicale vulcanica, Faranga. Il terreno è prevalentemente di carattere montuoso, ma non mancano fitti boschi, erbose radure, umidi paludi e buie caverne. Sparse per l'isola, emerse da poco da sottoterra, ci sono delle rovine, alcune delle quali si snodano nel sottosuolo. I principali centri abitati sono due, e a sovrastare il tutto vi è un vulcano attivo.

L'ambientazione è medievale, con numerose creature fantastiche e solo un paio di personaggi pirateschi (che invece costituiranno il fulcro del capitolo successivo). 

CuriositàModifica

  • Nonostante a prima vista possa sembrare che Risen non abbia nessun legame con la precedente saga di videogiochi dei Piranha Bytes, Gothic, col proseguire della trama si viene a sapere che i Titani, potenti mostri che stanno devastando il mondo, sono stati liberati conseguentemente a una poderosa ondata magica provocata da uno stregone, che ha scacciato gli dei dal mondo e ha rotto i sigilli che imprigionavano i Titani. Ciò è un riferimento al finale di Gothic III, in cui il mago Xardas, mentore del protagonista, bandiva le divinità tramite una potente ondata di magia, generata a seguito del raccoglimento di alcuni magici artefatti.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.